sub

Guida all’Attrezzatura Sub: Cosa Serve, Prezzi e Dove Comprarla

2.8Kvisualizzazioni

Disporre di un’attrezzatura da sub completa è fondamentale per poter praticare sport acquatici come lo snorkeling, la pesca subacquea o il freediving.

Tuttavia, scegliere i vari pezzi in modo consapevole non è sempre facile, visto il grande numero di modelli in commercio. Per questo motivo, abbiamo pensato a questa veloce guida in cui descriveremo ciascuno degli oggetti che compongono un’attrezzatura da sub.

 

Attrezzature da Sub Necessarie e Facoltative

1. Muta subacquea

attrezzatura da sub muta

La muta è uno degli elementi più importanti dell’attrezzatura da sub, perché rende le immersioni più piacevoli. Il suo scopo, infatti, è quello di mantenere il corpo al caldo, resistendo anche alle più fredde temperature dei fondali marini.

Oggi, in commercio, si trovano tanti modelli di muta, suddivisi, soprattutto, in base allo spessore:

La scelta va effettuata a seconda della temperatura dell’acqua e della profondità che si vuole raggiungere. Inoltre, una muta deve sempre essere di un materiale morbido e comodo e deve essere facile da indossare.

 

 

2. Maschera subacquea

Secondo elemento fondamentale per le attrezzature subacquee è la maschera, grazie alla quale non solo potrai proteggere occhi e naso, ma, soprattutto, avrai la possibilità di esplorare i fondali marini in tutta comodità e senza perderti nulla di quanto hai attorno.

Ogni maschera da sub deve possedere le caratteristiche che rendono migliore l’esperienza, a cominciare da un vetro che deve offrire una visuale chiara e ampia e non deve mai appannarsi. Anche la vestibilità è molto importante, perché una maschera da sub deve calzare a pennello, senza dare alcun fastidio.

 

 

3. Pinne da sub

attrezzatura sub

Le pinne rappresentano l’elemento che permette al sub di muoversi velocemente sott’acqua. Oggi, in commercio, esistono due tipologie principali di pinne:

  • Pinne corte;
  • Pinne lunghe.

La scelta deve basarsi sia sulle esigenze degli sportivi sia sul tipo di immersione che si vuole provare. Le pinne corte sono in grado di garantire dei movimenti quasi naturali al sub e, soprattutto, di mantenere un’ottimale frequenza cardiaca. Le pinne lunghe, invece, risultano più pesanti e richiedono, dunque, uno sforzo maggiore. Tuttavia assicurano una propulsione più intensa che permette al sub di nuotare più velocemente e raggiungere profondità maggiori.

 

 

4. Giubbotto di salvataggio (GAV)

In fatto di sicurezza, il giubbotto di salvataggio non deve mai mancare all’interno dell’attrezzatura da sub. Esso, infatti, può essere utile in qualsiasi momento e, soprattutto, in quelli in cui ti trovi in difficoltà. Inoltre, il giubbotto può servire anche a segnalare la tua posizione, proprio come una boa ed evitarti spiacevoli incidenti.

Esistono tanti modelli in commercio, dai giubbotti salvagente per bambini a quelli per gli adulti, pertanto la scelta deve avvenire con molta attenzione e tenendo conto, soprattutto, delle proprie caratteristiche fisiche. Un oggetto del genere, infatti, deve aiutare, essere facile da indossare e, possibilmente, anche comodo.

 

 

5. Guanti

attrezzatura da sub guanti

 

I guanti sono utili, soprattutto, per chi pratica pesca subacquea. Tuttavia, possono servire anche a proteggere le mani durante le immersioni. I modelli più comuni sono quelli da 1 mm e rivestiti di lattice all’altezza del palmo, così da opporre maggiore resistenza sia alle abrasioni sia ai tagli.

Indossando un paio di guanti, il sub può usufruire di maggiore libertà di esplorare e di elevata sicurezza, soprattutto in caso di contatto con piante e pesci. Proprio per questo motivo, ormai la maggior parte di modelli di guanti per sub offre una migliore sensibilità rispetto al passato, in modo da non compromettere l’esperienza.

 

 

6. Zavorra

Un altro elemento molto importante per rendere l’immersione piacevole è la zavorra, il cui scopo è di contrastare la spinta positiva del sub e dell’attrezzatura. Inoltre, serve anche per distribuire meglio il peso ed evitare, così, dolori soprattutto alle anche e ai reni.

Proprio per questo motivo, la zavorra deve essere calcolata in modo molto preciso e deve tenere conto del peso del sub, dello spessore della muta che si indossa e della profondità a cui si vuole arrivare. Se, per esempio, utilizzi una muta da 5 mm, la zavorra dovrà essere 1/10 del tuo peso.

 

 

7. Bombole

attrezzatura sub

Se si vuole andare sott’acqua e respirare, allora le bombole sono fondamentali, anche se rappresentano uno degli elementi più controversi dell’attrezzatura di un sub. Il loro peso, infatti, non è indifferente, così come il costo e, inoltre, richiedono costante manutenzione.

Ciò nonostante, si tratta di uno strumento molto importante, grazie al quale l’immersione può prolungarsi per diverso tempo e permettere al sub di esplorare i fondali con maggior cura e tranquillità. Come per gli altri pezzi dell’attrezzatura, in commercio esistono bombole di ogni genere e in grado di garantire performance ottimali.

 

 

8. Erogatore

attrezzatura sub

L’erogatore è strettamente collegato all’uso delle bombole ed è un altro elemento molto importante nell’equipaggiamento di un sub. Esso, infatti, permette la riduzione della pressione dell’aria contenuta nella bombola, portandola a un valore corrispondente a quello dell’ambiente in cui avviene l’immersione.

Dopo decenni di utilizzo di modelli monostadio, oggi gli erogatori più gettonati sono quelli bi-stadio. Sono composti da due parti, la prima è quella più solida e costruita, di solito, in ottone cromato o satinato. La seconda, invece, viene fabbricata sempre in ottone cromato oppure in fibre plastiche ad alta resistenza.

 

 

9. Orologio subacqueo o Computer subacqueo

Tra gli accessori extra più usati dai sub, l’orologio e il computer subacqueo sono tra i più utilizzati. La loro principale funzione è di permettere al sub di non perdere mai il contatto con il tempo che trascorre e, in alcuni casi, anche di controllare le proprie funzioni vitali e di monitorare l’ambiente circostante.

Si tratta, dunque, di oggetti che conciliano l’utilità con la sicurezza e che non devono mai essere sottovalutati quando si sceglie un’attrezzatura da sub. A maggior ragione, visto che oggi esistono tantissimi modelli appartenenti a fasce di prezzo molto diverse. Ciò che devi fare è trovare quello più adatto e utile alle tue esigenze.

 

 

10. Coltello

attrezzatura sub

Un altro accessorio molto utile è il coltello, da molti considerato un oggetto indispensabile. Esso, infatti, è utile per tagliare una corda, farsi largo sott’acqua in caso di presenza di piante o altri ostacoli e anche per squamare il pesce, quando si pratica pesca subacquea.

Scegliere un buon coltello da sub è molto importante e non deve essere sottovalutato. Pertanto, è sempre necessario tenere in considerazione che tipo di immersione si vuole affrontare e le caratteristiche naturali del posto dove questa avviene. Avere un coltello a portata di mano può risolvere fastidiosi imprevisti e rendere l’immersione non solo più sicura ma anche più piacevole e divertente.

 

 

Come scegliere l’attrezzatura da sub

Quando arriva il momento di scegliere la propria attrezzatura da sub, è importante farlo con la dovuta attenzione e tenendo conto di diversi fattori. Innanzitutto, trattandosi di oggetti che vanno indossati, è sempre preferibile poterli provare, così da essere certi che calzino comodi e che si adeguino alle caratteristiche del tuo fisico.

In secondo luogo, è bene fare prima una ricerca approfondita sui singoli elementi e capire quali modelli si adattano meglio alle tue esigenze. Se puoi, chiedi consiglio a qualcuno, approfittane sempre. In caso di indecisione, puoi sempre ricorrere al noleggio, così da renderti conto meglio di ciò che ti serve e comprare l’attrezzatura in un secondo momento.

Non sottovalutare mai l’aspetto della sicurezza, dunque compra soltanto prodotti sicuri e affidabili. Le immersioni, infatti, possono nascondere insidie e pericoli, pertanto il tuo punto di partenza deve essere questo, senza farti condizionare troppo dalla spesa che ti aspetta.

Quanto costa un’attrezzatura da sub completa

Il costo delle attrezzature subacquee è l’elemento che, forse, più di tutti condiziona l’avvicinamento a questa affascinante e suggestiva disciplina sportiva. I prezzi dei singoli elementi, infatti, non sono indifferenti e, dunque, si deve mettere in conto un investimento importante che, tuttavia, durerà nel tempo.

Riguardo alla muta, per esempio, un modello da 5 mm può costare intorno ai 100 euro, mentre una maglia sottomuta costa tra i 20 e i 30 euro. Stesso prezzo per i guanti, al contrario della maschera che ha una forchetta più ampia e che può andare dai 40 euro fino a oltre i 100.

Anche per le pinne il costo è molto variabile, sia in base ai modelli sia se si tratta di pinne corte o lunghe. In generale, però, bisogna mettere in conto un altro centinaio di euro. Ancora più alto il prezzo di un erogatore, il quale può arrivare a circa 300 euro. Una classica zavorra da 10 kg, invece, costa sui 50 euro, mentre per le bombole dipende molto dal modello, visto che si trovano anche a 20 euro, ma possono arrivare fino a 700 euro (in questo caso, però, complete di erogatore e manometro).

Infine, gli accessori, sempre più richiesti da chi pratica immersioni. Per un computer subacqueo ci aggiriamo intorno ai 200 euro, mentre per un orologio il prezzo è molto vario, visto che esistono modelli da poche decine di euro e altri che superano i 1.000.

In definitiva, per un’attrezzatura completa da sub bisogna mettere in conto una spesa di oltre 1.000 euro, quando va bene. Tuttavia, per risparmiare si può ricorrere a qualche oggetto usato, purché sempre in buone condizioni e, soprattutto, garantito.

attrezzatura sub

Dove acquistare l’attrezzatura da sub

Grazie all’espansione costante del settore delle attrezzature per sport acquatici, comprare un’attrezzatura da sub è molto facile. Esistono, infatti, tanti negozi e catene dedicate, ma anche store online dove è possibile approfittare di interessanti offerte.

Come detto sopra, trattandosi di oggetti che vanno indossati, il consiglio è quello di provarli ed evitare di acquistarli a scatola chiusa. Tuttavia, in ottica risparmio, in rete i prezzi sono, spesso, decisamente inferiori rispetto ai negozi tradizionali. Pertanto, il consiglio è di cercare il modello giusto in negozio e poi effettuare una ricerca online per provare a risparmiare.

L’importante è non farsi condizionare troppo dai prezzi, perché per un’attrezzatura da sub il punto di partenza deve sempre essere la sicurezza. Dunque, non cercare di risparmiare a tutti i costi, ma pianifica un investimento intelligente.

Clicca per votare questo articolo!
[Voti: 2 Media: 5]

Lascia una risposta

Mattia F.
Amante del mare e di tutto ciò che ha a che fare con l'acqua. Sempre alla ricerca di nuove avventure e di onde da cavalcare.
it_ITItalian